Pioggia scopre deposito bombe a Marradi. Fatto saltare…

1' di lettura 07/10/2014 - Marradi. Nei giorni scorsi gli artificieri del Reggimento Genio Ferrovieri dell’Esercito, di stanza a Bologna, sono intervenuti su richiesta della Prefettura di Firenze per smantellare un vero e proprio arsenale di residuati bellici rimasto interrato per 60 anni in una scarpata lungo una strada comunale alla periferia di Marradi.

Le insistenti piogge della settimana scorsa avevano creato uno smottamento del terreno facendo riaffiorare alcune bombe da mortaio inglesi risalenti al secondo conflitto bellico. La segnalazione del locale Comando dei Carabinieri alle Autorità preposte è stata immediata e conseguentemente è stato richiesto dalla Prefettura di Firenze l’intervento del reparto artificieri dell’Esercito preposto al disinnesco dei residuati bellici.

Le operazioni sono iniziate in prima mattinata, in una cornice di sicurezza garantita da personale dell’Arma dei Carabinieri, del Comune di Marradi e dai volontari della locale Misericordia. Nel corso degli scavi, gli artificieri hanno recuperato ben 117 bombe da mortaio da 3 pollici di nazionalità inglese. Gli ordigni sono stati estratti con le massime cautele e messi in sicurezza, spostati dal luogo e predisposti per il brillamento a cura della Squadra Artificieri.






Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2014 alle 12:39 sul giornale del 08 ottobre 2014 - 544 letture

In questo articolo si parla di cronaca, OK!Mugello, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0Ic