Grosseto. Senza riscaldamenti e acqua calda: il tecnico ripara gratis la caldaia della vedova con due bambini

16/02/2015 - GROSSETO – Le avevano chiesto 610 euro per riparare la caldaia e sostituire un pezzo rotto. Troppo per una vedova con due bambini piccoli.

Tanto che la donna aveva rinunciando, e da tempo ormai era costretta a lavare i bambini usando l’acqua scaldata nei pentolini.

La sua storia era approdata anche nel nuovo gruppo Facebook “Te lo regalo se vieni a prenderlo” di cui vi avevamo parlato qualche settimana fa (a questo LINK). E in molti avevano preso a cuore la sua situazione, ma riparare una caldaia non è da tutti, ci vuole un professionista.

E così si è offerto di darci un’occhiata Vincenzo, di “Ass casa”. E ha scoperto che in realtà non c’era alcun pezzo da sostituire, ma solo da ricollegare i fili che si erano staccati. Quanto all’intervento, il caldaista Vincenzo ha deciso di farlo gratuitamente, per dare una mano a chi ha più bisogno. Un segno che, anche in tempo di crisi, si trova ancora gente di buon cuore.





Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2015 alle 11:33 sul giornale del 17 febbraio 2015 - 879 letture

In questo articolo si parla di attualità, il giunco, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afsO