Marche, Toscana e Umbria unificano le sedi di rappresentanza europea, mercoledì la firma di un Protocollo d’intesa

regione marche 13/06/2016 - Una sola voce in Europa e nella Penisola, avviando il percorso di avvicinamento alla Macroregione dell’Italia centrale. Mercoledì 16 giugno, a Bruxelles, i presidenti delle Regioni Marche, Toscana e Umbria unificheranno le proprie rappresentanze in sede europea presso gli uffici di Rond Point Schuman.

Nell’occasione firmeranno anche un Protocollo d’intesa per rafforzare la collaborazione e il coordinamento delle politiche di comune interesse nei confronti dell’Unione e dello Stato. La Giunta regionale ha approvato oggi il protocollo e autorizzato il presidente Luca Ceriscioli a sottoscriverlo a Bruxelles. L’intesa avrà la durata della legislatura (2015-2020). Verrà sviluppata nell’ambito dei progetti di cooperazione internazionale, della promozione del brand delle tre regioni, degli strumenti di incentivazione per le imprese, della promozione e sostegno dell’occupazione giovanile, delle rispettive Aree interne.

Oltre all’unificazione delle sedi di rappresentanza presso la Commissione europea, l’accordo punta a realizzare una o più Centrali uniche di risposta (Numero unico di emergenza europeo 112) e una comune gestione delle modalità operative del Soggetto aggregatore unico (centralizzazione degli approvvigionamenti). Sono previsti collaborazioni  nei settori della sanità e welfare, tutela del paesaggio, sviluppo economico, formazione e lavoro, infrastrutture, cultura e turismo, gestione dei fondi europei, riqualificazione della pubblica amministrazione.

L’Accordo verrà realizzato attraverso il coordinamento politico (incontri periodici almeno semestrali), gruppi tecnici di lavoro interregionali, attività congiunte.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2016 alle 17:18 sul giornale del 14 giugno 2016 - 301 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax5M