Roma: ''curava'' il cancro con il bicarbonato, ex medico Simoncini condannato a 5 anni e mezzo

tullio simoncini 15/01/2018 - Prometteva di curare il cancro con una terapia a base di semplice bicarbonato. Ma questa "cura" è risultata fatale a un 27enne di Catania, morto nel 2012: per questo il Tribunale di Roma ha condannato l'ex medico Tullio Simoncini a 5 anni e sei mesi di carcere per omicidio colposo ed esercizio abusivo della professione.

Condannato a due anni (con pena sospesa) anche il radiologo Roberto Gandini, che avrebbe aiutato Simoncini nella somministrazione del bicarbonato.

La vicenda riguarda la morte di Luca Olivotto, 27enne di Catania deceduto il 18 ottobre 2012, quattro mesi dopo aver scoperto di avere una grave forma di neoplasia al cervello. Dopo essere venuto a conoscenza del "metodo Simoncini", il giovane era andato per sottoporsi al trattamento in una clinica di Tirana, in Albania, dove l'ex medico romano era andato a lavorare dopo essere stato radiato dall'ordine professionale nel 2006.

Il 27enne era deceduto per arresto cardiocircolatorio a seguito di una grave alcalosi metabolica due giorni dopo l'inizio della somministrazione del bicarbonato.





Questo è un articolo pubblicato il 15-01-2018 alle 18:35 sul giornale del 16 gennaio 2018 - 1188 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, albania, omicidio colposo, tumore, marco vitaloni, articolo, tullio simoncini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQIn