Firenze, ubriachi e senza mascherina sul bus, l'autista li rimprovera: volano calci e sputi

1' di lettura 06/01/2021 - L'autista ha rimproverato tre persone perché non indossavano la mascherina, tanto è bastato perché questi iniziassero a inveire contro di lui, poi hanno iniziato a prendere a calci e sputi il plexiglass che protegge la cabina di guida

I fatti sono avvenuti intorno alla mezzanotte di martedì, 5 gennaio, a Firenze, in zona Rifredi. Sul posto è intervenuta la polizia, che ha identificato e denunciato i tre responsabili. L'autista che aveva richiamato al rispetto delle misure anti-covid fortunatamente non è rimasto ferito. Dopo i fatti il mezzo è stato sanificato per permettere il regolare svolgimento della corsa. I tre sarebbero un 23enne italiano, un 30enne dell'Est Europa e un 22enne del Senegal. Sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio e multati per ubriachezza e per aver violato il coprifuoco previsto dalle norme anti Covid.

Con loro c'era anche un 23enne polacco che è stato soccorso dai sanitari perché in stato di incoscienza dovuto al troppo alcol: anche per lui sono scattate una multa per ubriachezza e una per aver violato il coprifuoco. Al 23enne, che avrebbe anche strappato e rotto la catena che delimita l'accesso alla cabina di guida, è stato anche contestato il reato di danneggiamento aggravato. Il 22enne, invece, non aveva il permesso di soggiorno ed è stato denunciato per violazione delle norme sull'immigrazione.






Questo è un articolo pubblicato il 06-01-2021 alle 23:51 sul giornale del 08 gennaio 2021 - 274 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIhU