Prato: Il rock dei "miele sporco": Dirty Honey il loro primo album, alla ricerca degli anni 70?

Dirty Honey, la formazione attuale basso Justin Smolian, batteria Corey Coverstone, voce di Marc Labelle, chitarra John Notto- Foto: 5 marzo 2021 https://www.blabbermouth.net/  3' di lettura 28/04/2021 - Il rock dei "miele sporco": Dirty Honey il loro primo album, anche loro alla ricerca degli anni '70?

Il rock dei "miele sporco": da Los Angeles, "Dirty Honey" il loro primo album, anche loro alla ricerca degli anni 70? O semplicemente desiderio di rock puro...
Lasciate il vostro commento

Uscito il 23 aprile 2021, l'omonimo album contiene 8 tracce.

  1. California Dreamin'
  2. The Wire
  3. Tied Up
  4. Take My Hand
  5. Gypsy
  6. No Warning
  7. The Morning
  8. Another Last Time

"When I'm gone" e "rollin 7s" erano i due brani e video di lancio del 2019 che si sono piazzati molto bene nelle classifiche USA.

Se vi siete eccitati con la voce sibilante del giovanissimo Joshua Kiszka dei Greta Van Fleet che ricorda molto Axl Rose (William Bruce Rose Jr) dei G'n'R e anche Robert Plant dei Led Zeppelin o Ian Gillan dei Deep Purple, allora la voce di Marc Labelle, della chitarra di John Notto, il basso di Justin Smolian e la batteria di Corey Coverstone, potranno farvi tornare giovani o deliziosamente accompagnare la vostra giornata con una bella scarica di energia sonora.

Hanno aperto i concerti dei Guns N' Roses, Who, Alter Bridge e Skillet, poi anche per Slash & the Cospirators. Già da quei tempi c'erano i presupposti per creare un albume la formazione era pronta per un tour in Australia a Marzo 2020 in compagnia del produttore Nick DiDia. Come produttore americano, residente a Byron Bay in Australia, ha superato i 40milioni di dollari producendo, tra i tanti: Bruce Springsteen e i Rage Against the Machine, vincendo anche Grammy e vari altri premi. Poi tutto si è fermato per i motivi di cui tutti siamo ancora fermi, il Covid-19.
Ma lo stop pandemico non ha avuto effetto sulle loro produzioni, perché in collegamento costante con DiDia, ha permesso di preparare le attuali tracce per la recente registrazione agli Henson Studios di Hollywood. A causa del fuso orario tra Hollywood e Byron Bay, Nick ha fatto allestire un camper per le loro fasi di sonno! Il lavoro di produzione è stato affrontato con molta calma e precisione, migliorando le esecuzioni alla perfezione. "California dreaming" (video making of) è nata completamente in studio, durante la produzione degli altri brani e il sound del disco è stato mantenuto in tutti i brani, un suono senza tempo una creazione autentica, che lascia percepire quel sound tanto caro alle band rock anni70. Durante il periodo di "distanziamento" la band ha mantenuto un "tiro" di pubblico in crescita, producendo interventi e interviste in rete (il loro canale YT ha oltre 70k iscritti), in attesa di saltare fuori dallo studio per correre su un palco il prima possibile. Fino ad allora, i membri continuano a scambiarsi brani, riff, ritornelli e campioni audio per creare nuove tracce, never stop rocking.

Se non vi basterà il loro primo album, cercate anche il loro EP di lancio, dove "When I’m Gone" e "Rolling 7s" sapranno soddisfare ogni desiderio.

1 When I’m Gone
2 Rolling 7s
3 Heartbreaker
4 Down The Road
5 Scars


Riproduzione vietata
prato@vivere.news
testo ©2021 Giuseppe Faienza







Questo è un articolo pubblicato il 28-04-2021 alle 15:07 sul giornale del 28 aprile 2021 - 103 letture

In questo articolo si parla di musica, cultura, rock, USA, los angeles, california, articolo, alternativo, Dirty Honey

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZKl

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere la Musica