Numero unico emergenza 112: Mazzeo, un grande aiuto per i cittadini

2' di lettura 28/04/2021 - Il presidente del Consiglio regionale commenta positivamente l’attivazione del numero anche nelle province di Pisa e Livorno, ultimo tassello della copertura del territorio regionale.  

“L'estensione del numero unico per la sicurezza 112 rappresenta un ulteriore passo in avanti per una nuova fetta di famiglie toscane che comprende anche quelle della provincia di Pisa verso un servizio sempre più essenziale”. Lo dichiara il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, commentando la notizia dell’attivazione del numero unico per l’emergenza, il 112, alle province di Pisa e Livorno, completando così, con oggi, la copertura dell’intero territorio regionale.

“La regione Toscana – spiega Mazzeo - è riuscita in pochi mesi a rendere effettiva una grande intuizione Europea, perché consente a tutte le persone per qualsiasi esigenza di avere un unico numero telefonico di riferimento che è valido sia quando si ha bisogno della Polizia di Stato e dei Carabinieri che quando si ha bisogno dei vigili del fuoco o dell' emergenza sanitaria”. Secondo il presidente, si tratta di un passo importante “per semplificare la vita delle persone e quindi rendere effettivo un principio di vicinanza funzionale delle istituzioni pubbliche ai propri primi referenti e cioè i cittadini”.

Ma, come precisa ancora Mazzeo, si tratta anche “di uno strumento utile per tutte le attività di emergenza, perché la chiamata in arrivo viene esaminata e filtrata così che la struttura più utile e più vicina al luogo del bisogno possa essere immediatamente allertata. Infatti – aggiunge - la centrale unica di ricezione che ha sede a Firenze, che ho avuto il piacere di inaugurare insieme al presidente della Giunta, Eugenio Giani, sarà immediatamente capace, perché dotata di personale preparato specificatamente, di trasferire la chiamata in entrata alle centrali operative di secondo livello (Carabinieri, Polizia, Vigili del fuoco o emergenza sanitaria, ndr) che prenderanno in gestione il contatto e porranno in essere le attività necessarie per risolvere l'emergenza”.

Il nuovo servizio, che permette di identificare le telefonate, “è anche un aiuto per eliminare le false chiamate. Siamo cioè di fronte a una riforma che presenta effetti positivi in entrambi i lati del rapporto fra istituzioni pubbliche cittadine e che porta la Toscana ad allinearsi ai grandi paesi europei che già da tempo hanno adottato il numero unico per le emergenze”.


da Consiglio Regionale della Toscana





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2021 alle 10:42 sul giornale del 29 aprile 2021 - 123 letture

In questo articolo si parla di attualità, toscana, comunicato stampa, Consiglio Regionale della Toscana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZP8