Manciano (GR): prima lo picchiano, poi lo sequestrano. Arrestati in 3 dopo un incidente

carabinieri 2' di lettura 03/06/2021 - I Carabinieri del Norm della Compagnia di Tuscania e della Stazione di Farnese (VT), unitamente ai colleghi della Compagnia di Pitigliano (GR) hanno arrestato, in flagranza di reato, tre uomini di nazionalità albanese - A.K. 37enne, N.K. 29enne, e A.L.. 30enne - tutti con precedenti di polizia e residenti in provincia di Firenze e di Pisa, con l’accusa di sequestro di persona aggravato in concorso, rapina, lesioni personali gravi e minacce.

Nel pomeriggio di mercoledì, i tre si mettevano in contatto telefonicamente con un cittadino marocchino di 29 anni, domiciliato a Canino (VT), chiedendogli di incontrarsi a Manciano (GR), dove lo stesso si recava in auto accompagnato da suo cugino. Giunti sul posto, i cittadini albanesi hanno iniziato a discutere animatamente con il cittadino magrebino, malmenandolo violentemente con calci, pugni e verosimilmente armati di bastone. Dopodiché lo hanno costretto a salire sulla sua autovettura, insieme al cugino, con uno di loro che si è messo alla guida con a lato un altro componente della banda, seguiti da un’autovettura BMW.

Le ricerche diramate dalla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Pitigliano hanno permesso ad una pattuglia della Stazione di Farnese di intercettare le due auto in località Ponte San Pietro del Comune di Ischia di Castro (VT) e di trarre in arresto i 3 cittadini albanesi, peraltro rimasti coinvolti in un incidente stradale proprio a Ponte San Pietro, a causa della folle velocità sostenuta e delle strade tortuose.

Gli aggressori sono stati arrestati e tradotti alla casa circondariale di Frosinone, ad eccezione di uno ricoverato e piantonato in ospedale. Anche la vittima del sequestro e del pestaggio è ricoverata in ospedale per gravi lesioni, non in pericolo di vita.






Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2021 alle 12:18 sul giornale del 04 giugno 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, arezzo, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5Fp